Articoli

Nota di ringraziamento del Consiglio della Pro Loco a chi si è impegnato in tempo di Coronavirus

Nel pieno di questa nuova “fase 2” che ci avvia al periodo di convivenza forzata con questo virus, ci sentiamo in dovere – come membri del Consiglio della Pro Loco di San Piero a Sieve – di rivolgere un sentito ringraziamento a tutte quelle persone che hanno lavorato in prima linea durante la fase più critica ed acuta del contagio. Fra questi, il nostro elogio va sicuramente agli operatori sanitari che hanno prestato servizio ed assistenza ai malati a domicilio, ai degenti negli ospedali, nelle cliniche private, nelle RSA, e ai pazienti negli ambulatori territoriali e nei centri di primo soccorso. Parimenti ci sentiamo di ringraziare lo spirito di solidarietà e di collaborazione dimostrato da tutti i volontari delle Associazioni del Terzo Settore – ivi inclusa la nostra Pro Loco – che, nel momento di maggiore difficoltà, si sono subito attivati per garantire servizi e beni di prima necessità, anche a domicilio, all'intera cittadinanza, mettendo anche a rischio la propria salute pur di mantenere vivo il tessuto sociale che lega la nostra comunità.

In ultimo, ma non per ultimi, vogliamo qui ricordare l'impegno e la costanza di tutti i lavoratori addetti al pubblico nelle attività ed esercizi commerciali di primaria necessità come generi alimentari e medicinali.

Ragazze e ragazzi, uomini e donne che hanno continuato a lavorare nonostante tutto, nonostante le lamentele e il malcontento comune. Che ogni mattina si sono alzati con il pensiero di poter essere contagiati dai clienti, ma di non volersi sottrarre da questo rischio. Che ogni sera, prima di tirar giù il bandone hanno dedicato ore ed ore ad inventariare, a fare ordini di forniture e a riempire scaffali “saccheggiati” per l'incertezza del domani. Eroi anche loro: commessi e commesse, venditori e venditrici, farmacisti e farmaciste, che mai si sono sottratti al loro dovere, nonostante la paura per sé stessi o i propri cari li accompagnasse in ogni momento.

Hanno tenuto duro anche per tutti noi che eravamo costretti a casa dal lockdown, perché a nessuno di noi mancassero i generi alimentari o i dispositivi medici di protezione personale ormai divenuti necessari per la nostra sopravvivenza. Hanno fin da subito – direttamente o tramite volontariato – attivato o intensificato le consegne a domicilio senza aggiungere costi al consumatore finale; a differenza della grande distribuzione che ha preferito mantenere i soliti canali di vendita.

Ed a fronte di tanto sacrificio e lavoro, ci rammarichiamo nel vedere o sentire ancora le solite lamentele o polemiche sterili sui prezzi o sulle attese, posto che tutti sappiamo bene che gli eventuali rincari non sono certo dettati dalla volontà di chi vende, ma imposti dalla filiera di produzione e dai fornitori a monte, per ovvie ragioni che non riteniamo opportuno dover sindacare in questa sede. Se il nostro elogio va alle categorie sopra elencate, il nostro più profondo biasimo va a coloro che non hanno saputo apprezzare e riconoscere tutto quello che è stato fatto – ed ancora viene fatto – in questo periodo di emergenza sanitaria.

Per quanto ci riguarda, in questo triste e difficile momento, abbiamo potuto apprezzare ancora di più l'importanza che hanno i piccoli esercizi commerciali (alimentari, forni, supermercati, farmacie) per una comunità e speriamo, per il futuro, di avere buona memoria.

Un caro saluto ed un forte in bocca al lupo a tutti per questa nuova “fase 2”.

La Pro Loco lavora tra impegno per i cittadini e programmazione

ingorgo-sonoro-panoramicaSe per ora gli eventi in Piazza ed in Paese sono sospesi, continua instancabile, su due fronti, il lavoro della Pro Loco di San Piero a Sieve. Da un lato quello di volontariato, con l’aiuto a Comune di Scarperia e San Piero (ed in parte a quello di Vaglia), alla Società della Salute ed ai Commercianti di San Piero a Sieve, nella consegna da parte dei nostri volontari di spese, oltre 50 al giorno, e farmaci in particolare nei confronti di anziani e categorie più fragili. Un modo, oltre che per un aiuto pratico, di far sentire coinvolti e vicini alla comunità persone che altrimenti ne sarebbero escluse.

Nel frattempo si lavora alacremente, dietro le quinte, per spostare, riprogrammare (quando non costretti ad annullare definitivamente) gli eventi che negli anni hanno caratterizzato specialmente nel periodo primavera-estate il nostro paese. Cercando di capire, anche alla luce dell’evoluzione della situazione, dei vari DPCM ed ordinanze, cosa potrà essere fatto e le condizioni di sicurezza necessarie per svolgere certi eventi. Per quanto riguarda il 2020, nel frattempo, sono già stati annullati (e quindi riprogrammati per il 2021) l’Ultratrail Via degli Dei, la manifestazione Mugello in Danza, il XVII Simposio di Scultura “Antinio Berti” e l’Ingorgo Sonoro. Rinviate invece in autunno, l’Estemporanea di Pittura e la Mezza del Mugello (metà ottobre). Anche la Festa del Patrono subirà le variazioni del caso e sarà programmata in base alle possibilità offerte dalla legge nei prossimi mesi. Annullati anche i vari appuntamenti di Mercanzie in Piazza (fino a quando sarà possibile riprendere), mentre resta un punto interrogativo per gli appuntamenti estivi dei giovani della Pro Loco. Al momento restano confermati gli appuntamenti autunnali in attesa dell’evoluzione della situazione.

Aggiornamenti e novità, non appena disponibili, saranno costantemente segnalate sul nostro sito e sulla nostra pagina facebook.

Coronavirus: volontari Pro Loco a disposizione delle categorie più fragili

Ci saranno anche giovani volontari della Pro Loco di San Piero a Sieve ad aiutare anziani (e più in generale categorie in difficoltà per motivi di salute o altro) nel fare la spesa e nel ricevere direttamente a casa i farmaci di cui necessitano, in questo periodo di "emergenza Covid19".

La Pro Loco di San Piero, nel consueto spirito di servizio al paese ed alla sua popolazione, ha aderito infatti al progetto della Società della Salute Mugello, che consentirà a coloro che fanno parte di tali categorie, di ricevere fino a due spese settimanali (compresi i farmaci necessari) che saranno lasciati dai volontari della Pro Loco fuori dall’abitazione nel pieno rispetto delle norme di sicurezza stabilite dai decreti vigenti. Questo sarà anche un modo, oltre che per un aiuto pratico, di far sentire coinvolti e vicini (per quanto possibile) alla comunità persone che altrimenti ne sarebbero escluse.

 

Il servizio, come detto, è rivolto ad anziani con più di 65 anni, in situazione di solitudine, fragilità e per problematiche sanitarie e la cui condizione è aggravata dalle misure restrittive previste dai decreti governativi. Il servizio è esteso alle persone affette da patologie croniche o particolari difficoltà, così come quelle oggettivamente impossibilitate ad approvvigionarsi, autonomamente o tramite le risorse familiari, dei generi di prima necessità.


Per usufruire di tale servizio, che la Pro Loco invita ad utilizzare senza indugio, il numero della SdS Mugello a cui rivolgersi è il 3668227556 funzionante dal lunedì al venerdì dalle 09 alle 12. Nei giorni e orari indicati, un incaricato raccoglierà e gestirà le richieste. I nostri volontari prenderanno contatti con la persona per compilare la lista della spesa e per consegnarla successivamente.

 

Un modo di stare vicino alla nostra popolazione in attesa di riprendere quello che sarà il nostro consueto impegno fatto di cultura, eventi e valorizzazione del territorio.

 

aiuto spesa covid

La Pro Loco non si ferma!

san piero 1E' un momento complicato per tutti ma la Pro Loco, pur dovendo fare i conti con una forzata sospensione delle iniziative e delle attività regolari, vuole continuare ad esser vicina ai suoi soci ed al suo paese.

In queste settimane stiamo continuando a lavorare per cercare di riorganizzare al meglio quello che sarà il ritorno ad una quotidianità che ci permetterà di tornare ad incontrarci.

Inoltre, per ribadire il fondamentale ruolo sociale che il volontariato ricopre in una comunità ed esserne promotori anche in questo difficile momento, stiamo collaborando con la Caritas di San Piero per portare pacchi alimentari alle famiglie bisognose e con tante altre associazioni del territorio e con il Comune per il servizio di spesa a domicilio per le persone più fragili.A questo proposito vi ricordiamo che per usufruire di tale servizio, che la Pro Loco invita ad utilizzare senza indugio, il numero della SdS Mugello a cui rivolgersi è il 3668227556 (dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:00). 

Pubblichiamo insieme a questo nostro messaggio qualche immagine delle manifestazioni dello scorso anno, sperando possa essere solo un augurio di buon auspicio affinché si possa tornare tutti insieme a lavorare per promuovere questo territorio e farlo col sorriso che ci ha sempre contraddistinto

 

proloco 4 

san piero 2

 

 

Rinnovato il Consiglio della Pro Loco. Sauro Bani confermato Presidente

Grande partecipazione (ben 77 votanti) all’assemblea che è servita a definire il Consiglio della Pro Loco che rimarrà in carica per i prossimi anni. E che veniva dopo una prima assemblea nelle quali sono state riportate le cose fatte in questi anni e che hanno ricevuto una sostanziale approvazione dei numerosi intervenuti, molti dei quali anche provenienti da altre associazioni del paese, segno del ruolo importante riconosciuto alla Pro Loco.

Tra i 21 candidati in lista sono stati eletti gli 11 che hanno totalizzato piu voti. Maggior numero di preferenze per il presidente uscente Sauro Bani (59). Eletti poi Alvaro Stefanacci (48), Claudia Naldi (35), Riccardo Bani (35), Francesco Musso (30), Donatella Albisani (29), Massimo Bracaloni (28), Davide Bracaloni (26), Giulia Mannelli (25), Elisa Niccolai (22) e Giuseppe Cresci (19).

 

Nel primo Consiglio Direttivo svolto sono stati nominati come presidnete Sauro Bani, confermato dunque nel suo ruolo anche per i prossimi anni, Alvaro Stefanacci, che sarà il suo vice, mentre il tesoriere è stato scelto al di fuori del consiglio stesso, e sarà Alessio Chiesi.

 

“La continuità è quello che emerge da questa elezione, spiega soddisfatto il presidente rieletto, Sauro Bani. Siamo contenti di questi due appuntamenti molto partecipati, con numerose adesioni e disponibilità non solo a candidarsi nel Consiglio, ma anche ad impegnarsi come volontari. Gli intervenuti hanno riconosciuto alla gestione uscente la propria credibilità e la bontà dei risultati raggiunti. L’approvazione avuta alla mia reazione in apertura della prima assemblea è un’investitura per il futuro. Ovvero punteremo ad una riconferma delle cose fatte con alcune migliorie e rinnovamenti. Sull’Ingorgo Sonoro si sta aprendo una forte riflessione in relazione allo sfruttamento e l’utilizzo del Parco Berti. E sarà uno degli argomenti di lavoro nelle prossime settimane. Intanto, conclude Bani, ci rimettiamo da subito a lavoro perchè gli appuntamenti, anche quest’anno, saranno tanti e richiedono la necessaria preparazione”.

Utilizziamo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la tua esperienza e i nostri servizi. Se continui a navigare significa che accetti di utilizzarli.